CHARVA, ARRIVIAMO.

Pubblicato da loris ponsetto il

Dimenticare la sconfitta casalinga contro il Lascaris di domenica scorsa è il nostro obiettivo di domani a Charvensod, contro una formazione che è relegata in posizione di bassa classifica, ma che ha tutte le carte in regola per risalire ben presto la china. Affrontiamo una squadra reduce anche lei da una sconfitta ed anche lei per 0-3 contro il Banchette Ivrea domenica scorsa e la partita di domani servirà anche per capire chi tra noi e loro avrà superato mentalmente il dispiacere nel non aver raccolto punti lo scorso turno. Sarà una partita delicata sotto tutti i punti di vista, su un campo a noi tradizionalmente molto ostico, non soltanto perché giocheremo su un terreno sintetico, ma anche perché contro lo Charvensod in casa loro, al Guido Saba, abbiamo sempre trovato difficoltà a portar via punti, ma domani dovremo fare di tutto per cercare di smuovere ulteriormente una buonissima classifica, inattesa ad inizio stagione. Contro i valdostani ci saranno da valutare le condizioni fisiche di alcuni giocatori, Soster e Noro in primis, visto che entrambi non sono al meglio ed in settimana non si sono allenati a pieno regime con il resto della squadra. Passando poi allo Charva, dovremo limitare sia Cusano, che Rovira, 2 giocatori in grado di fare la differenza negli ultimi 16 metri, oltre ad essere punti di riferimento per l’intera squadra, che ha anche nei 2 difensori centrali, Joly e capitan Vuillermoz, 2 punti di forza molto importanti. Bisognerà essere grintosi e determinati durante tutto l’incontro se vogliamo tornare dal Guido Saba con un risultato positivo.