A PIANEZZA UN PARI CHE PROFUMA DI VITTORIA.

Pubblicato da Luca Serra il

Torniamo da Pianezza con il Lascaris con un pareggio 2-2 che ha però un sapore diverso dal solito, perché arriva dopo una grande prova di carattere della squadra, che ha lottato e reagito alla grande all’ennesimo gol incassato per un’ingenuità. Rispetto alle altre partite però, già nel primo tempo avevamo fatto capire ai nostri avversari che volevamo a tutti i costi fare una grande partita e così, nei primi 45′, oltre al gioco, siamo stati anche pericolosi sia con Pititto, che con Alasotto, ma abbiamo chiuso il tempo con lo 0-0 iniziale, risultato che ci stava stretto.
Ad inizio ripresa, come spesso è capitato in questa prima parte di campionato, al primo vero tiro, il Lascaris passa in vantaggio: questa volta però, anziché abbatterci, dimostriamo personalità e troviamo quasi subito la parità con Pititto, grazie ad un perfetto diagonale. Pari che dura poco, perché il Lascaris passa di nuovo a condurre, ma ancora una volta ribattiamo colpo su colpo e troviamo una nuova parità, sempre con Pititto. Poi negli ultimi 20′ premiamo sull’acceleratore alla ricerca del terzo gol: ci provano Cau e Valsecchi, con quest’ultimo che colpisce anche una traversa.
Questo è l’atteggiamento giusto, anche se bisogna iniziare a vincere per migliorare la classifica, come meritano la squadra ed i nostri tifosi.
LASCARIS 2
QUINCITAVA 2
LASCARIS: D’Auria, Capuano (38′ st Casamasima), Serafino, Lavalle, Pavan, Dolce, Secchieri, Pisani, Cirillo, Geografo (42′ st Casasanta), Romano. A disp: Toscano, Di Lonardo, Zoino, Mangiardi, Rovagna, Lapis. All. Berta.
QUINCITAVA: Vernetti, Dalbard (25′ st Valsecchi), Paris, Cau, Doria, Vercellinatto, Soster (35′ st Roveyaz), Alasotto, Pititto, Zoppo (30′ st Capussella), Trompetto. A disp: Chiodi, Martino, Jellouli, M. Conta, Noro. All. L. Conta.
ARBITRO: Carano di Asti.
MARCATORI: al 3′ st Pisani (L), 8′ st e 23′ st Pititto (Q), 19′ st Cirillo (L).