SCONFITTI DALLA NUOVA CAPOLISTA.

Pubblicato da Luca Serra il

Sapevamo sarebbe stata molto dura in trasferta contro l’ottimo Venaria Reale e così puntualmente si è verificato. Come già visto nella gara d’andata, quando i torinesi dimostrarono grande tecnica ed agonismo, così anche al ritorno, purtroppo, ci siamo dovuti inchinare: 1-2 e ritorno a Quincinetto con 0 punti. Abbiamo disputato una partita in cui non è mancata la grinta, ma tutto ciò non è bastato per strappare quanto mai almeno un punto, che sarebbe servito molto di più al morale, che alla classifica, ma purtroppo così non è stato. Dopo un primo tempo molto combattuto, in cui il Venaria Reale è passato in vantaggio, seguito poi dal nostro pareggio, grazie alla griffe di Koetting, nella ripresa dopo aver sciupato anche l’occasione di portarci in vantaggio, siamo invece stati punti all’ora di gioco. Abbiamo provato ad attaccare per cercare di ristabilire la parità, ma il Venaria Reale si è confermato essere molto forte e di meritare il primo posto in classifica, difendendosi molto bene ed impedendoci di raggiungere il pareggio, dando inoltre anche un segnale di orza al campionato. Siamo ancora in zona playout, al quint’ultimo posto e, visto la classifica corta, dobbiamo essere ottimisti in vista del futuro, a partire da domenica prossima, dove affronteremo, Coronavirus a parte, i pianezzesi del Lascaris.
VENARIA REALE 2
QUINCITAVA 1
VENARIA REALE: Celozzi, Mezzela, Vasario, Alestra, Porrone, Pasquale, Arabia (10′ st Tambuzzo), Veneziano (25′ st Zanchi), Di Bari, Muratore (44′ st Napoli), Dosio (40′ st Virardi). A disp: Nocera, Campanella, Furcas, Parente, Gagliardi. All. De Vita.
QUINCITAVA: Vernetti, Dalbard (32′ st Roveyaz), Scaglia Rat, Cau, Paris, Vercellinatto, Soster, Valsecchi, Pititto, Koetting (10′ st Caldarelli), Alasotto. A disp: Chiodi, Doria, Lionville, Ghina, Zoppo. All. Conta.
ARBITRO: Gjiza di Novara.
MARCATORI: al 27′ pt su rig. Mezzela (V), 35′ pt Koetting (Q), 14′ st Di Bari (V).