21 Settembre 2021

Festa nazionale della gentilezza

2 min read

“Solo le persone gentili vincono davvero”

Sabato 26 giugno, festa nazionale della gentilezza, l’associazione sportiva Quincinetto Tavagnasco ha accettato con orgoglio l’invito del vice sindaco di Quincinetto e assessore della gentilezza Erina Patti a partecipare all’evento panchine viola, lo sport è uno strumento indispensabile per trasmettere valori importanti attraverso le buone azioni, la gentilezza è un po’ come una chiave passepartout, una chiave universale che apre ogni porta, il rispetto, l’educazione, i buoni atteggiamenti oltre a fare stare bene se stessi fanno stare bene anche gli altri, e quale posto migliore si poteva trovare se non il campo Cipriano di Quincinetto. 
La panchina viola posta al campo di calcio contiene una frase: “Solo le persone gentili vincono davvero” è un messaggio che intendiamo evidenziare, perché è nel momento massimo dello stress, nella concitazione della partita che solitamente tende a portare all’esasperazione dei comportamenti che hanno poco a che fare con il fair play, il linguaggio solitamente tende a trascendere dai toni normali, la panchina viola deve essere un monito a ricordarsi di controllare questi comportamenti soprattutto quando il livello di stress è al massimo, l’invito al fair play, a rispettare le regole e l’avversario, interloquendo sempre con toni gentili con arbitri compagni e avversari, incentivando il terzo tempo, questi comportamenti gentili in campo aiutano anche il pubblico ad avere lo stesso atteggiamento.
Così sabato mattina un gruppetto di giovani nerostellati dinnanzi alla presenza dell’ideatore del progetto alla gentilezza Luca Nardi, all’assessore Erina Patti, al sindaco di Quincinetto Giovanni Canale Clapetto, hanno dipinto la panchina dei grandi, l’unione dei due mondi come l’unione di due colori, il giovane deve imparare dagli adulti i valori positivi, l’adulto deve ricordarsi di essere esempio anche nei momenti difficili.
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on telegram
Telegram
Share on email
Email
Share on print
Print
Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *